il cinema post coronavirus

Il progetto prevede la realizzazione di drive in di diverse dimensioni per creare luoghi di aggregazione culturale in totale sicurezza. L’operazione andrebbe fatta in collaborazione con la Cineteca Nazionale al fine di offrire durante le sere d’estate luoghi dove poter vedere i capolavori del grande cinema italiano.

La logistica è molto semplice, un parcheggio o luogo simile dove segnalare le postazioni auto, allestimento telo, proiettore e impianto audio, un APP per gestire le prenotazioni delle postazioni ed eventuali comunicazione agli spettatori. Il costo per un mese di attività può variare dai 20.000 ai 40.000 euro a seconda il tipo di schermo e proiettore più lo spazio è grande maggiore sarà lo schermo.

Aggiunto da vincenzo aronica

scritto da: vincenzo aronica

84Idee di innovazione

CULTURALE

Commenti: 0

Partecipa a questa discussione

Entra nel forum per lasciare un commento a questo articolo

Altri articoli nella categoria Culturale

Segnala la tua idea

Registrati su RiavviaItalia e aggiungi la tua idea

Commenti: 0

Potresti trovare interessanti anche queste altre idee...

  • Registrazione
Password dimenticata? Per favore scrivi il tuo nome utente o la tua password. Riceverai un link per creare una nuova password via email.