• Il circuito iniziava all’altezza dell’attuale piazza Duca degli Abruzzi sulla via Nazionale Adriatica in direzione sud per poi girare all’interno e percorrere il rettilineo dell’attuale via del Circuito fino alle campagne circostanti ed ai paesi di Villa Raspa e Spoltore per poi raggiungere quello di Cappelle da dove le automobili prendevano la direzione del mare e quindi intraprendevano ad altissima velocità il cosiddetto chilometro lanciato – dove, nel 1950, Juan Manuel Fangio ha raggiunto la incredibile velocità di circa 310,314 km/h – fino a raggiungere l’attuale via Nazionale Adriatica, dove poi andando verso sud veniva completato il giro.

    La Coppa Acerbo.

    Foto del ProfiloFoto del ProfiloFoto del Profilo like
    5 Commenti
    • Sarebbe curioso individuare che tracce si possano rilevare nel territorio, a partire dalla toponomastica.

      • Faccio una ricerca. A memoria mi sembra che oltre a Via del Circuito ci sia anche via Vestina che nel pescarese è ancora indicata come “chilometro lanciato”. Un rettilineo dove Fangio fece toccare i 310 km/h! NB: Il grande pilota argentino era figlio di emigranti della provincia di Chieti.

        • cerchiamo di individuare 2-3 punti del circuito, nominandoli nella modalità più pertinente ed evocativa: “chilometro lanciato” è di certo uno di questi punti dove posizionare un geopodcast con un bel rumore d’auto d’epoca lanciata. Chi cerca questi rumori ad hoc?