Trasformatorio: un laboratorio per costruire comunita’ partendo dalle arti

Bando di primavera del laboratorio di trasformazioni per progetti artistici da sviluppare con il territorio da remoto e sul posto allo stesso tempo!

La Fondazione Trasformatorio lancia il BANDO 2021
Si tratta di un bando residenziale in due fasi. Cerchiamo esploratori per nuove forme d’arte ibrida rispetto alla presenza, di chi la fa o di chi la fruisce o entrambe.

Quando cerchiamo di collegarci gli uni agli altri senza potere essere vicini con i corpi, vivendo allo stesso momento, per assenza, per mancanza di sincronicita’ o per colpa di una pandemia la nozione stessa di presenza in modi molto differenti… Queste modalita’ sono oggetto di investigazione artistica (nei metodi, nei fini e nei linguaggi) e tecnopoetica, riguardo alla ricerca sugli strumenti che possano portare al visibile l’invisibile e viceversa, elaborati in ambito per esempio tecnologico.

Cerchiamo artisti che vogliano interrogarsi rispetto al corpo, all’esserci, al trasformare il (r)esistente, all’evoluzione del paesaggio interiore, esteriore e ibrido. Artisti disposti a misurarsi con opere interconnesse o totalmente isolate o esplorare tutte le gradazioni tra i due estremi. Poeti e poieti dell’interstizio, caldo e freddo, questo e’ il bando.

Un remoto villaggio italiano, Cosio D’ Arroscia, in Liguria, tra alpi marittime e appennino, la sua comunità, due momenti di intervento:

  • 3 giorni di workshop intensivo sull’arte ibrida e trasformativa “in absentia corporis” ad Aprile, per esplorare e definire i progetti artistici
  • 10 giorni di lavoro “in presentia”, con performance finale che coinvolga tutto il villaggio; da effettuare appena possibile (probabile estate 2021).
  • L’azione è volta a massimizzare la trasformazione dei contenuti rinvenuti a Cosio D’Arroscia e a seminare una visione altra del suo futuro.

L’intervento artistico verra’ supportato -in presenza e attivita’- dall’intera, bellissima, comunità di Cosio.

Clicca qui per saperne di più →
4 pensieri su “Trasformatorio: un laboratorio per costruire comunita’ partendo dalle arti
Lascia un Commento