Domenica 26 aprile, a mezzogiorno, ovunque, oltrepasseremo simbolicamente la soglia della nostra casa e ci fermeremo un passo avanti per qualche minuto, tenendo in mano qualcosa che rappresenta ciò che ci manca di più. Chi vorrà, potrà fotografare quel passo e condividerlo su questa pagina o su qualsiasi altro social con il tag #unpassoavanti. Si potranno anche condividere le immagini dell’oggetto che abbiamo deciso di portare con noi o il numero civico della casa, con il tag #nonsiamonumeri. Lo faremo in silenzio: niente inni, niente canti, niente retorica.

Per garantire la sicurezza e la legittimità del gesto, ecco alcuni suggerimenti: il gesto è simbolico, quello che conta è esserne consapevoli, non occorre allontanarsi troppo dalla soglia di casa, basta oltrepassarla. Chi ha la porta direttamente sulla strada basta che esca, chi vive in un condominio può uscire sul marciapiede o dove si affaccia il portone e sfruttare l’ingresso o la facciata, se ci sono più persone, mantenendo la distanza tra l’una e l’altra, chi ha un giardino può oltrepassare simbolicamente il cancello aprendolo, chi si affaccia su un cortile può semplicemente restare sulla soglia del suo portone d’ingresso. Basta usare il buonsenso e ricordarsi che non si mette in pericolo nessuno e nessuno sarà in pericolo. Infine, ricordate che questo gesto non può essere impedito.

Per saperne di più si rimanda alla pagina facebook unpassoavanti

Clicca qui per saperne di più →